Sei in: Home »
 
22 dicembre 2016 - SEMPLIFICAZIONE PARTECIPATA

PUBBLICAZIONE VERBALI INCONTRI TAVOLO DI COORDINAMENTO SEMPLIFICAZIONE PARTECIPATA


Con la presente si pubblicano i verbali degli incontri del "tavolo di coordinamento semplificazione partecipata" che è stato attivato a metà di questo anno e frutto dell'accordo tra l'Amministrazione e i tecnici professinisti.

I verbali sanciscono l'esigenza di proseguire in questa attività anche nei prossimi anni, e ne hanno anche definito le modalità così che tutti possiamo apprendere di quanto discusso e deciso al fine di semplificare al meglio l'attività, sia in merito alle problematiche connesse all'applicazione delle normative, sia riguardo la prassi amministrativa, nel rispetto delle normative vigenti.

Di seguito trascrizione dei verbali:

1) Giovedì 14 luglio 2016

Verbale della riunione del Gruppo di lavoro tematico: “Semplificazione partecipata - tavolo di coordinamento”

Ordine del giorno: “Illustrazione modifiche organizzative del Servizio Edilizia”

Presenti:
Comune di Forlì - Ass. Francesca Gardini, Arch. Massimo Visani, Geom. Marco Munda, Arch. Stefania Pondi
Ordine professionale Architetti - Arch. Riccardo Bacchi, Arch. Marco Mercuriali
Ordine professionale Ingegneri - Ing. Andrea Bassi, Ing Angelo Sampieri
Collegio dei Geometri - Geom. Loris Ceredi
Collegio dei Periti Industriali - Per. Ind. Giampaolo Dall'Agata
Ordine dei dott. Agronomi e dott. Forestali Province di Forlì-Cesena e Rimini - Dott. Agr. Samuele Fiorello

L’incontro viene aperto dall'Assessore Francesca Gardini (deleghe Pianificazione Territoriale ed Urbanistica)
che, ravvisando la necessità e l'opportunità di coinvolgere quanto più possibile ordini e collegi in merito alle problematiche connesse all'applicazione delle normative, nonché alla prassi amministrativa, sottolinea l’importanza di coordinamento e partecipazione di tecnici pubblici e privati.

Di seguito viene illustrato il lavoro svolto dall’amministrazione comunale negli ultimi mesi riguardo all'argomento in oggetto:

attivazione dello Sportello Unico dell'Edilizia (SUE) di marzo 2016, relative procedure e modalità d'accesso;
riorganizzazione degli uffici del Servizio Edilizia, modifiche nell'assegnazione dei fascicoli edilizi ai responsabili di procedimento, introduzione del controllo a campione per richiesta di CCEA e SCIA, relativamente a queste ultime il controllo a campione è limitato alle tipologie di intervento meno rilevanti (le ristrutturazioni edilizie e le nuove costruzioni in attuazione di PUA sono sempre verificate);
l'impegno dell'Unità Progetti Edilizi per migliorare il rapporto con l'utenza, siano tecnici o cittadini; in questo ultimo anno sono stati ricevuti su appuntamento circa 8.000 soggetti interessati, con un impiego importante di risorse umane; si intende proseguire, in una logica di rapporto bi-direzionale, che si auspica sia apprezzato. 

Vengono esposte le proposte dell'amministrazione comunale:

reintroduzione della verifica degli impianti, riferita sia ai progetti allegati ai titoli edilizi, che alle certificazioni per richiesta di CCEA; l'Amministrazione Comunale intende avvalersi della Società partecipata “Forlì Città Solare”; tra i punti sensibili che dovranno essere trattati e condivisi si evidenziano in particolare gli effetti sui titoli edilizi, sulla richiesta di CCEA e sui professionisti responsabili in caso di accertata non conformità;
viene concordata la partecipazione dell'ing. Claudio Maltoni (responsabile per “Forlì città solare”) al prossimo incontro del 15/09/2016, con la finalità di condividere il percorso intrapreso e da sviluppare;
proposta di redazione di un “prontuario” dei titoli per gli interventi edilizi, atto a fornire un supporto rapido ai tecnici; tale documento avrà la forma di una determina dirigenziale;
l'elaborazione del prontuario sarà oggetto di confronto nell'abito del presente tavolo;
adozione del RUE dell'Unione dei Comuni prevista per Settembre 2016;
verifica sulle conseguenze per i titoli edilizi  in caso di riscontrata irregolarità del DURC.

I rappresentanti di Ordini e Collegi illustrano gli aspetti ad oggi ritenuti di particolare importanza: 

necessità di ridurre i tempi di attesa per la consultazione dei precedenti edilizi presso l'Archivio Generale;
l'amministrazione si impegna a verificare con l'Archivio Generale come risolvere tale problematica;
approfondimento da parte sia del Servizio Edilizia che dei rappresentanti di Ordini e Collegi sulle conseguenze per irregolarità del DURC;
viene concordato che l'argomento sarà affrontato in maniera ampia nel prossimo incontro del 15/09/2016;
nella trattazione delle pratiche edilizie promuovere il confronto con i professionisti incaricati; risulta di particolare utilità che il tecnico istruttore anticipi telefonicamente al progettista/DL, qualora possibile, il contenuto di eventuali richieste di integrazioni, anche al fine di semplificare il completamento della pratica stessa

Conclusioni
Le tematiche esposte saranno comunque oggetto di riflessioni da esporre nel prossimo incontro fissato per il 15/09/2016

2) Giovedì 6 ottobre 2016


Verbale della riunione del Gruppo di lavoro tematico: “Semplificazione partecipata - tavolo di coordinamento”

Presenti:
Comune di Forlì - Arch. Massimo Visani, dott. Angela Satanassi, Geom. Marco Munda, Arch. Stefania Pondi
Forlì Città Solare - ing. Claudio Ciani
Ordine professionale Architetti - Arch. Marco Mercuriali
Ordine professionale Ingegneri - Ing Angelo Sampieri
Collegio dei Geometri - Geom. Loris Ceredi, geom. Gianluca Torino, geom. Amerigo Camugnani
Collegio dei Periti Industriali - Per. Ind. Giampaolo Dall'Agata
Ordine dei dott. Agronomi e dott. Forestali Province di Forlì-Cesena e Rimini - Dott. Agr. Samuele Fiorello

L’incontro viene aperto dal Dirigente del Servizio Edilizia che illustra l'ordine del giorno:
problematiche connesse ad eventuale irregolarità del DURC
modalità di verifica degli impianti
aggiornamenti sull'attività della Amministrazione Comunale in materia urbanistico-edilizia

DURC
Vengono valutati collegialmente il disposto normativo di cui all'art. 90 Dlgs.81/08 e le successive modifiche riguardanti i procedimenti edilizi, le problematiche connesse, i tempi di risposta degli enti preposti in caso di DURC irregolare, la qualificazione delle opere realizzate con titolo inefficace.
Ne deriva la seguente proposta condivisa:
all'inizio lavori dovrà essere allegata una dichiarazione di regolarità emessa dalle associazioni di categoria;
tale dichiarazione sarà acquisita dalle imprese interessate e fornita ai tecnici per l'inoltro all'Amministrazione;
ordini e collegi si fanno carico di coinvolgere le associazioni per raggiungere l'obiettivo fissato.

IMPIANTI
Nella precedente seduta erano state esposte:
la necessità per l'Amministrazione comunale di procedere alla verifica degli impianti, riferita sia ai progetti allegati ai titoli edilizi, che alle certificazioni per richiesta di CCEA,
la proposta di affidare tale compito  alla Società partecipata “Forlì Città Solare”.
L'ing. Ciani illustra come intende procedere  “Forlì Città Solare”, avvalendosi di  un professionista esterno, previa verifica dei requisiti necessari precisati dal per. ind. Giampaolo Dall'Agata.
Dal confronto tra le diverse professionalità presenti, ribadita la necessità di legge verificare il 10% dei progetti di impianti, deriva la seguente proposta condivisa:
in caso di intervento edilizio  soggetto a presentazione del progetto degli impianti, alla richiesta di CCEA deve essere allegato “as built” firmato dal progettista degli impianti;
nei restanti casi alla richiesta di CCEA deve essere allegato uno schema del come realizzato, redatto dalla ditta installatrice;
durante il controllo, le verifiche riguarderanno: nel primo caso la corrispondenza degli impianti eseguiti agli elaborati di “as built”, mentre nel secondo caso si limiteranno al corretto funzionamento di quanto installato.
Si ribadisce che dal punto di vista edilizio, le modifiche ad impianto esistente rientrano nell'intervento di “manutenzione ordinaria”, mentre l'installazione di nuovo impianto si qualifica come “manutenzione straordinaria”, rispettivamente “attività edilizia libera” e intervento soggetto a “CILA”.

ATTIVITA' DEGLI UFFICI IN MATERIA URBANISTICO-EDILIZIA
Sono in corso approfondimenti riguardanti gli interventi edilizi su edifici esistenti in fasce di rispetto stradale, che hanno coinvolto gli enti preposti, in particolare ANAS e Provincia di Forlì-Cesena; l'argomento verrà trattato durante il prossimo incontro del Tavolo semplificazione
Per l'elaborazione e condivisione del prontuario dei titoli edilizi, anticipato nel precedente incontro, dovrà essere predisposto apposito calendario

L'incontro si conclude con l'impegno di fissare una successiva seduta entro il 2016.

3) Mercoledì 21 dicembre 2016

Verbale della riunione del Gruppo di lavoro tematico: “Semplificazione partecipata - tavolo di coordinamento”

Presenti:
Comune di Forlì - Arch. Massimo Visani, dott. Angela Satanassi, Geom. Marco Munda, Arch. Stefania Pondi
Ordine professionale Architetti – Arch. Riccardo Bacchi, Arch. Marco Mercuriali
Ordine professionale Ingegneri - Ing Angelo Sampieri
Collegio dei Geometri – Geom. Amerigo Camugnani, Geom. Moreno Chiarucci
Collegio dei Periti Industriali - Per. Ind. Giampaolo Dall'Agata
Ordine dei dott. Agronomi e dott. Forestali Province di Forlì-Cesena e Rimini - Dott. Agr. Samuele Fiorello, Dott. Agr. Gian Luca Bagnara

L’incontro è stato aperto dal Dirigente del Servizio Edilizia, illustrando la proposta dell'Amministrazione riguardo all'obiettivo del Tavolo per il 2017, che si intende ampliare come segue.
Premesso che la semplificazione si fonda sulla logica del risultato, con effettiva riduzione di tempi e costi, la nuova metodologia di lavoro prevederà:
la predisposizione da parte di Ordini e Collegi di documenti contenenti quesiti e/o proposte (filtrando ed organizzando le domande degli iscritti),
durante gli incontri bimestrali, l'illustrazione, la discussione, e l'elaborazione di una prima risposta condivisa, che verrà approfondita successivamente dagli uffici,
la pubblicazione della risposta definitiva sul sito web dello Sportello Unico dell'edilizia, sotto forma di FAQ.
La proposta incontra  l'approvazione dei presenti.

Approfondimenti e verifica contenuti del RUE d'Unione, parte I
L'incontro è proseguito affrontando il primo punto dell'ordine del giorno.
Il Dott. Agr. Gian Luca Bagnara ha evidenziato, con riferimento alla situazione delle zone agricole, la necessità di avere a disposizione una strumentazione urbanistica il più possibile armonizzata con la normativa comunitaria, nonchè i finanziamenti previsti.
E' risultato parere comune che le previsioni dello strumento urbanistico relative alla zona agricola necessitino di una completa revisione, prevista dopo l'approvazione dello strumento attualmente adottato, quando si affronterà in generale la disciplina dei diversi “ambiti”. In tale occasione si dovrà dare risposta all'argomento evidenziato.

I rappresentanti di Ordini e Collegi hanno poi esposto alcuni quesiti riguardanti principalmente l'applicazione degli articoli relativi alle distanze (Capo 1.3) ed agli incentivi alla qualificazione (Capo 3.1) del RUE adottato, che sono stati analizzati, discussi collegialmente e saranno oggetto di approfondimento degli uffici, seguendo la metodologia di lavoro individuata in premessa.

Gestione degli apporti collaborativi di Ordini e Collegi nella fase di pubblicazione e partecipazione al percorso approvativo del RUE d'Unione
Evidenziato che il termine per la presentazione delle osservazioni del RUE adottato dal Comune di Forlì, come pubblicato sul sito web dell'edilizia, è il 13 febbraio 2017, dal confronto è risultata la seguente proposta condivisa:
ciascun Ordine e Collegio predispone un documento unico, contenente le osservazioni allo strumento adottato dai 15 Comuni,
tale documento verrà presentato alle diverse Amministrazioni Comunali, secondo i rispettivi tempi di adozione e conseguenti termini per la raccolta delle osservazioni,
le osservazioni saranno esaminate collegialmente dai rappresentanti dei Comuni interessati.

L'incontro si conclude fissando il prossimo incontro, il cui ordine del giorno prevederà la presentazione e discussione del primo documento predisposto da Ordini e Collegi,  per il 25 gennaio 2017 alle ore 9.00.

 

 


Comune di Forlì - Piazza Saffi, 8 47121 Forlì - Tel. 0543 712111 - Partita IVA: 00606620409
Redazione a cura dello Sportello unico dell'edilizia - edilizia@comune.forli.fc.it

Valid XHTML 1.0 Strict